To Do and Notice

Seleziona uno dei filmati QuickTime qui sotto. Fai partire il filmato e fermalo in diversi momenti. Gli animali che appaiono in movimento spariranno.

Primo Filmato (1100k) QuickTime

Secondo Filmato (761k) QuickTime

What's Going On?

Riesci a distinguere un oggetto soltanto quando è in movimento. Molti animali, incluso l'uomo, hanno nel cervello delle cellule che riconoscono il movimento. Tali cellule ricevono le informazioni dai recettori luminosi che si trovano sul retro degli occhi. Se un oggetto si muove davanti a te, alcuni di questi recettori registrano degli improvvisi cambiamenti nella quantità di luce, e mettono perciò in azione le cellule che riconoscono il movimento.

Se tu non avessi queste speciali cellule, non saresti in grado di vedere gli oggetti in questo esperimento. Qui infatti tutti gli altri indizi usati per riconoscere un oggetto -- come il contrasto, i bordi, o le differenze nel disegno -- non sono presenti.

So What?

Non è una sorpresa che molti animali abbiano sviluppato una particolare sensitività al movimento. In natura, tutto ciò che si muove è un potenziale predatore, o una preda. La sopravvivenza di un animale dipende perciò dalla sua abilità ad accorgersi velocemente del movimento.

 

La versione per il museo di quest'esperimento fu originariamente sviluppata dal prof. Ken Nakayama della Harvard University.

Traduzione a cura del Laboratorio dell'Immaginario Scientifico


©1997-1998
Exploratorium
Online Exhibits